Storia, magistra vitae – La battaglia di Siracusa

Ci sono eventi eventi che segnano la Storia ma, nel momento in cui avvengono, a volte non se ne accorge nessuno. Altri sono segnanti in modo particolare, tanto per fare un esempio, come avvenne l’undici settembre 2001 a New York, tanto che si parla di un mondo “prima” e uno “dopo” i fatti delle torri … Continua a leggere Storia, magistra vitae – La battaglia di Siracusa

Postfazione a “Cuore e Anima”

Cos'è una postfazione? Cito: "Scritto, a cura dell'autore o di altra persona, diretto a illustrare criticamente un testo, ma stampato non all'inizio, bensì alla fine del libro.". Mio padre Bruno, nel 2014, con la collaborazione "artistica" del compianto amico Vittorio Del Piano, ha raccolto in un libro alcune sue poesie scritte negli anni. Il libro … Continua a leggere Postfazione a “Cuore e Anima”

Lingue d’Italia – l’emiliano-romagnolo – parte seconda

Mi sono sempre piaciuti gli spettacoli teatrali, soprattutto quelli “leggeri”. Ai tempi in cui abitavo a Napoli andavo spesso al teatro Sancarluccio, nel quartiere Chiaia, dove avevano debuttato, tra gli altri, Massimo Troisi e Vincenzo Salemme. Arrivato a Forlì, nel ‘98, mi accorsi che esisteva una tradizione teatrale non indifferente, basti pensare che uno degli … Continua a leggere Lingue d’Italia – l’emiliano-romagnolo – parte seconda

Lingue d’Italia – l’emiliano-romagnolo – parte prima

Dopo il periodo “tarantino” e quello “campano”, finita la frequentazione della Nunziatella, andai a Modena, dove frequentai l’Accademia Militare. Dopo due anni, mi recai a Roma per la scuola di Applicazione. Poi fui trasferito a Merano, in provincia di Bolzano. Dopo poco più di due anni mi spostai a Budrio, in provincia di Bologna e … Continua a leggere Lingue d’Italia – l’emiliano-romagnolo – parte prima

Lingue d’Italia – il romanesco – parte terza

La bellezza dei dialetti mi ha affascinato fin da piccolo. Essendomi spostato da Taranto a Napoli, capii subito, nonostante la giovane età, che il significato di alcune parole può cambiare in virtù del luogo in cui ti trovi. Ad esempio, evitate di dire “pizza” a Taranto. Questo perché mentre in tutto il resto del mondo dicendolo … Continua a leggere Lingue d’Italia – il romanesco – parte terza