Un finale a sorpresa, mescolato, non agitato

Nei film ciò che conta, in genere, è il coinvolgimento degli spettatori. Io non riesco a farmi coinvolgere dai film “d’autore” (è un limite, lo so), quelli che già dal titolo evocano pensieri di scarsa digeribilità. Eccezione, i film di Clint Eastwood, che nella seconda parte della sua carriera, quella da regista, si è prodotto … Continua a leggere Un finale a sorpresa, mescolato, non agitato

Annunci

La caduta del cinema americano

Sono appassionato, da sempre, di film americani. Perché, aldilà dei gusti personali, gli statunitensi in certi generi sono proprio bravi, soprattutto negli action movies (film d’azione). Digressione: con la parola “film” si vuole indicare principalmente il prodotto tipico dell'industria cinematografica. I sinonimi utilizzati sono pellicola, pellicola cinematografica, opera cinematografica. E “film”, in inglese, significa proprio … Continua a leggere La caduta del cinema americano

Goodbye Christopher Robin

Tempo fa avevo scritto di come il cinema italiano abbia, tra gli altri, un grosso difetto: traduce tutto. Noi siamo gli unici che traduciamo tutti i film, non li vediamo in lingua originale ma doppiati e traduciamo i titoli. A volte con pessimi risultati. La storia dei film statunitensi (e in alcuni casi francesi) arrivati … Continua a leggere Goodbye Christopher Robin

Discovery

Come i miei lettori (pochi, ma buoni) sapranno, sono appassionato di fantascienza. La passione iniziò quando ancora piccolo, rubavo i romanzi di Urania, quelli con l’immagine in un cerchio bordato di rosso in copertina, a mio zio, e li leggevo avidamente nascosto in bagno. Ammetto, pensavo che fossero romanzi per adulti, ma comunque la lettura … Continua a leggere Discovery