Genetliaco? Giammai!

Accade non di rado ch’i forbiti signori d’altri tempi faccian uso di termini, per dir, un poco arditi, per ciò io li perdòn, ma non li scuso.   Non sanno, questi poveri arricchiti, con γενέϑλιος veniva pur incluso chi con le stelle vedeva presagiti li vaticini di cui fare abuso.   Orben in questo dì, … Continua a leggere Genetliaco? Giammai!

‘A FRESELLA

*Parodia di "'A LIVELLA" - di Antonio de Curtis (Totò) Ogn’anno, alla vigilia, c’è l’usanza con i parenti mangiare vacanziero. Ognuno ll'adda fa' chesta crianza; ognuno adda tené chistu penziero.   Ogn'anno puntualmente, in questo giorno, di questa allegra e bella ricorrenza, anch’io ci vado, pensando già al contorno oppure al baccalà fatto a Vicenza. … Continua a leggere ‘A FRESELLA

Galeotto fu il libro

Abbiamo già parlato in queste pagine dei modi di dire e molti di essi, soprattutto quelli in dialetto, hanno delle origini assai curiose. Vi sono poi delle persone che hanno una particolare propensione ad inventarne di nuovi, un po’ come il compianto Gianni Brera, o il poeta Dante Alighieri. Già, proprio il “Divin Poeta”: chi … Continua a leggere Galeotto fu il libro

Postfazione a “Cuore e Anima”

Cos'è una postfazione? Cito: "Scritto, a cura dell'autore o di altra persona, diretto a illustrare criticamente un testo, ma stampato non all'inizio, bensì alla fine del libro.". Mio padre Bruno, nel 2014, con la collaborazione "artistica" del compianto amico Vittorio Del Piano, ha raccolto in un libro alcune sue poesie scritte negli anni. Il libro … Continua a leggere Postfazione a “Cuore e Anima”