Lo straordinario viaggio

Due anni fa, sulle pagine di questo blog, ho scritto una serie di articoli che servivano a comprendere la natura dei buchi neri. Qui li riporto di seguito, con un indice che porta direttamente agli articoli originali. Buona lettura! P. S. : La lettura di questo articolo può risultare di quasi due ore. Non dite … Continua a leggere Lo straordinario viaggio

Temperatura e calore

Mi sono sempre chiesto come doveva essere, per uno scienziato vissuto tra il 1700 e il 1800, assistere al continuo mutare delle scoperte scientifiche: in quel periodo, lungo per la vita di un uomo, ma breve rispetto alla storia dell’umanità, sono state poste le basi del moderno sapere, con un crescendo di scoperte, partendo da … Continua a leggere Temperatura e calore

Lavoro e energia

L'altro giorno un mio amico, lettore di questo blog, mi ha detto di essere rimasto indietro nella lettura degli articoli. La cosa mi ha fatto riflettere, tanto che mi sono chiesto se non fosse il caso di fare un po' d'ordine e sistemare in maniera organizzata quanto da me scritto finora qui. A volte mi … Continua a leggere Lavoro e energia

La particella di zio – parte seconda

Se in qualche cataclisma andassero perdute tutte le conoscenze scientifiche, e una sola frase potesse essere tramandata alle generazioni successive, quale enunciato conterrebbe la maggiore informazione nel minor numero di parole? Io credo si tratti dell'ipotesi atomica, cioè che tutte le cose sono fatte di atomi, piccole particelle in perpetuo movimento che si attraggono a … Continua a leggere La particella di zio – parte seconda

La particella di zio – parte prima

Gregory (detective di Scotland Yard): "C’è qualcos’altro su cui vuole attirare la mia attenzione?"  Holmes: "Sul curioso incidente del cane, quella notte".  Gregory: "Ma il cane non ha fatto nulla quella notte".  Holmes: "Questo appunto è il curioso incidente" "Barbaglio d’argento", Sir Arthur Conan Doyle, 1892   Come spesso accade quando si scrive, ben difficile … Continua a leggere La particella di zio – parte prima