L’inferno di Dante – in cento versi

Un sogno fue d’ispirazione al tosco Quando che s’appressava mezza etate E ritrovossi in tenebroso bosco; Innanzi a sé, tre fiere eran fermate Tanto ch’il sommo non spostava passo Ponendo speme in belluin pietate. Quando non s’aspettava ch’il trapasso Ecco che giunse il vate mantovano Dicendo: “Orsù, or seguimi dabbasso, Madama del cui cuor aneli … Continua a leggere L’inferno di Dante – in cento versi

L’inferno di Dante – in cento versi

Un sogno fue d’ispirazione al tosco Quando che s’appressava mezza etate E ritrovossi in tenebroso bosco. Innanzi a sé, tre fiere eran fermate Tanto ch’il sommo non spostava passo Ponendo speme in belluin pietate. Quando non s’aspettava ch’il trapasso Ecco che giunse il vate mantovano Dicendo: “Orsù, or seguimi dabbasso”. Madama del cui cuor aneli … Continua a leggere L’inferno di Dante – in cento versi

Divina Commedia, Inferno, canto XXVI

Di Dante Alighieri Godi, Fiorenza, poi che se' sì grande che per mare e per terra batti l'ali, e per lo 'nferno tuo nome si spande! Tra li ladron trovai cinque cotali tuoi cittadini onde mi ven vergogna, e tu in grande orranza non ne sali. Ma se presso al mattin del ver si sogna, … Continua a leggere Divina Commedia, Inferno, canto XXVI