Un consiglio spassionato

Ancora non capite, colorati, che nulla vale, se siamo sinceri, parlar di compravendite e mercati e soprattutto dirlo ai bianconeri.   Parlare di campioni deprezzati o dell’acquisto di cui andare fieri non cambia il fatto: sette campionati; se voi parlate, noi vi facciamo neri.   Quest’anno come gli altri del passato state facendo i gufi e le … Continua a leggere Un consiglio spassionato

Pasche – parte seconda

Fùscene a ‘scesa Vasto le guagnùne èsse da Sande Mimme ‘a Prucessione ci jàcchiano pe’ viche le Perdùne annante ‘a Mamma fasceno flessione. E le crestiàne, prest’ ca jesse ‘a lune vònne pe’ poste jacchiànne perdone, po' jindr’a u Carmine, celebbrazziùne, troccola, statue, banda e tradizione. 'U sciurne ca abbevesce Gese Criste, ‘u tatarànne cu … Continua a leggere Pasche – parte seconda

Carnaluvari

Carnaluvari è, ri tutt’’i banni, la festa ranni di la paci ‘n terra, nuddu cristiano si faci la guerra, a tutti c’addiventa ‘u cori ranni. In certi patti lu presepio fannu, O l’arvulu, l’addobbi, li riali, Ca cacciano accussì tutti li mali Ca de sta terra nostra fannu dannu. Cumpà Cicciu, facisti capa e muru? … Continua a leggere Carnaluvari

La poesia italiana – parte quinta

La scorsa volta, in "La poesia italiana – parte quarta", vi ho parlato del sonetto e ne ho costruito uno da zero. Con che risultato, sta a te, giovane lettore, dirlo. Di certo non si tratta di un capolavoro, ma serviva per dare l'idea di come si fa; in realtà chi compone, non sempre segue schemi preconfezionati, … Continua a leggere La poesia italiana – parte quinta

La poesia italiana – parte quarta

Siamo quasi in fondo, ancora un paio di capitoli e vedremo la fine di questa introduzione alla poesia italiana, iniziata con “La poesia italiana – parte prima”, in cui ho parlato di metrica, continuata con “La poesia italiana – parte seconda” in cui ho parlato di versi e sillabe e proseguita con “La poesia italiana … Continua a leggere La poesia italiana – parte quarta