‘U levèlle

Piccola introduzione, doverosa. Mi perdoni il Principe De Curtis, per aver profanato la sua opera. Era da un po' che avevo scritto la versione della sua "A livella" in dialetto tarantino. Oggi la pubblico, con una nota: ho tradotto in vernacolo tutta la poesia, anche quelle parti che nella versione originale sono in italiano. Buona … Continua a leggere ‘U levèlle

Il principe della risata

Quando mi chiedono di dove sono, non so mai da dove iniziare. La mia vita è divisa in vari pezzi, perché sono nato in un posto ed ho vissuto in altri, anche per periodi più o meno lunghi. Ora che vivo in un'altra città, se mi chiedono di dove sono faccio fatica a menzionare il … Continua a leggere Il principe della risata

‘A FRESELLA

*Parodia di "'A LIVELLA" - di Antonio de Curtis (Totò) Ogn’anno, alla vigilia, c’è l’usanza con i parenti mangiare vacanziero. Ognuno ll'adda fa' chesta crianza; ognuno adda tené chistu penziero.   Ogn'anno puntualmente, in questo giorno, di questa allegra e bella ricorrenza, anch’io ci vado, pensando già al contorno oppure al baccalà fatto a Vicenza. … Continua a leggere ‘A FRESELLA